LOW-COST: meglio una vacanza o un sito web?



LOW-COST: meglio una vacanza o un sito web?

Scritto da Fabio De Giovannini

Main Image

Ultimamente, mi sono pervenute sempre più spesso richieste di siti a basso costo.

Prima questo accadeva “grazie” a due fattori:

 

  1. l’effetto 1and1

Sai su one and one i siti sono gratis, quindi se me lo fai tu quanto mai dovrà costare?”

 

  1. l’effetto Wordpress

Ciao Fabio mi fai il sito Wordpress? Sai il figlio di mio cu'gg'ino mi ha detto che è gratis, quindi sei fai qualcosa tu per il mio sito con wordpress costerà poco vero?”

 

Oggi invece, dopo che molti clienti si sono resi conto che fare il sito su 1and1 (o con Wordpress) è tutt’altro che gratis e, soprattutto, tutt’altro che facile, mi arrivano richieste “formattate” differentemente. Cito un paio di esempi.

 

Ciao Fabio, so che siete bravi a fare siti web, però…. però ho aperto una nuova struttura investendo parecchio danaro, e quindi devo realizzare un sito web contenendo i costi. Sai, il momento è quello che è! Capisco che vi sia del lavoro da fare, sia chiaro, ma a me va bene anche un sito semplice-semplice con una o due paginette”.

 

Oppure

 

Salve Fabio, come va?
Senta la contatto perché ho aperto una nuova attività per mia moglie che si occupa di ________.
A tal proposito, visto che mi ero trovato bene con voi 3 anni fa quando ho fatto il sito web per l’azienda, vorrei farvi realizzare il sito web anche per lei.
Le anticipo, però, che siamo agli inizi. Finora ho avuto solo spese e le entrate faticano ad arrivare, quindi il sito dovrà essere una cosa base. Insomma devo spendere il meno possibile.

 

Ok potrei citare mille altri esempi, ma il succo del discorso è sempre lo stesso.

 

Questa situazione mi “terrorizza”!

 

Di fronte a queste richieste io rispondo sempre così:

 

Guarda, se devi fare un sito vetrina (seppur di nessuna utilità) ok, nessun problema.

Se invece pensi di ottenere dei risultati (visite, richieste, contatti, ecc.), ti consiglio caldamente di non fare nulla! Investi quei pochi soldi che hai messo a budget per un sito INUTILE per fare una vacanza. Questa non porterà nessun risultato utile al tuo business, ma almeno potrai riposarti e divertirti.”

Dicevo, seppur esagerando, che questa situazione mi terrorizza, perché mi rende sempre più consapevole che:

  1. Alcuni miei colleghi, piuttosto che rischiare di perdere un potenziale lavoro, lo vogliono prendere a qualsiasi costo. Questo atteggiamento illude il cliente, fornendogli aspettative di risultati falsi e inarrivabili.

Bravi! Con questo atteggiamento non si fa altro che alimentare nel cliente l’idea che “il web non funziona”, che “il suo settore è differente”, che “i suoi clienti sono diversi”.

  1. Dopo tanti anni (nel mio caso 15), non sono ancora riuscito a far comprendere, alla maggior parte degli imprenditori, che un “sito web che funziona” comporta molto lavoro, già dalla progettazione, e non potrà mai essere un qualcosa vendibile un tanto al chilo.

 

Cosa vuoi ottenere dal tuo sito web? 

La morale è questa!

 

Quando ti appresti a realizzare un sito web devi sempre chiederti: cosa voglio ottenere?

 

Senza una risposta, evita di chiedere preventivi in giro. Nella migliore delle ipotesi finirai da me che ti dirò “lascia perdere!”, ma nel caso peggiore finirai da uno squalo che capirà la tua intenzione di spendere 500/1000 euro e te li farà spendere per una cosa utile come una sciarpa di lana.

Nel Sahara.

A mezzogiorno.

 

Tieni sempre ben presente che il sito, e ogni sua sezione, devono nascere con un obiettivo ben preciso.

Per far compiere un’azione a un visitatore, devi preparare per lui un percorso guidato. Hai presente le frecce sul pavimento di IKEA? Stesso principio.

 

  • Vuoi che l’utente acquisti un tuo prodotto?

Devi prenderlo per mano e accompagnarlo.

 

  • Vuoi che si iscriva ad una tua newsletter?

Devi prenderlo per mano e accompagnarlo.

 

  • Vuoi che ti fornisca i suoi dati?

Devi prenderlo per mano e accompagnarlo.

 

  • Vuoi che si connetta ai tuoi canali social?

Devi prenderlo per mano e accompagnarlo.

 

Per accompagnarlo devi conoscere la destinazione del viaggio e il tragitto da compiere per raggiungerla.

 

Altrimenti te ne consiglio una.

Sharm el-Sheikh.

Volo low-cost.

e buon ferragosto.

Fabio De Giovannini


Catapultato quasi per sbaglio nel mondo delle relazioni commerciali in giovane età, e ammalato di Internet sin dai suoi albori.
Sono da sempre un forte sostenitore delle teoria "meglio non esserci, che esserci male", che applico nella fase di analisi di ogni progetto web: per questo mi definisco un venditore al contrario.
Aiuto le aziende a districarsi nei meandri della rete internet, dei social network e, più in generale, nel realizzare progetti web che portino risultati concreti.


Archivio

Lake Web S.r.l.
NEWSLETTER
© 2014 Lake Web S.r.l. - Verbania - P.Iva 01760860039 | Sitemap | W3C